Guida interattiva alle piante legnose della Riserva Naturale Guidata
Sorgenti del Pescara (Popoli, PE)

Pier Luigi Nimis, Stefano Martellos
Kevin Cianfaglione, Piera Lisa Di Felice
Foto di Andrea Moro
Identificazione: chiave dicotomica
Identificazione: criterio multiplo

Questa guida interattiva alle principali piante legnose presenti nella Riserva Naturale Guidata Sorgenti del Pescara è stata sviluppata in collaborazione con il progetto Europeo KeyToNature. La guida verrà utilizzata per attività didattiche e di educazione naturalistica rivolte alle scuole ed ai visitatori della riserva.

La Riserva
La Riserva Naturale Guidata Sorgenti del Pescara protegge una vasta area sorgentifera con più di 60 piccole e grandi polle di acque provenienti direttamente dall’altopiano di Campo Imperatore. Situata ai piedi del Colle di Capo Pescara, la Riserva è costituita da un limpido e cristallino specchio d’acqua di rara bellezza che, dopo pochi metri, confluisce nel Fiume Aterno per dare vita al Fiume Pescara. Posta interamente nel territorio comunale di Popoli (PE), l’area protetta si estende su circa 50 ha nella parte settentrionale della Valle Peligna, in mezzo a due Parchi Nazionali, quello della Maiella e quello del Gran Sasso e il Parco Regionale del Sirente-Velino.
La limpidezza dello specchio lacustre, formato da acque lente, fa si che il processo fotosintetico si possa sviluppare fino a 5 metri di profondità dando vita ad una rigogliosa vegetazione sommersa. Le sponde circostanti sono occupate da un fitto canneto che, insieme allo specchio d’acqua, costituisce l’elemento paesaggistico principale.
Il rilievo di Capo Pescara, costituito da rocce calcaree, da’ vita ad un ambiente con caratteristiche di aridità e arricchisce notevolmente la biodiversità dell’intera zona. L’aspetto naturalisticamente più interessante di Capo Pescara, dal punto di vista faunistico, è senz’altro legato alla presenza di una diversificata avifauna, il cui insediamento, o momentaneo stazionamento, risiede nel fatto che il biotopo è una delle poche zone umide dell’intera regione. Il Massiccio di Capo Pescara ospita una notevole successione secondaria che va dalla lecceta alla querceta, pascoli steppici e macchia, mentre più a valle si possono trovare residui di vecchie coltivazioni e di boschi piu igrofili.

Sentieri didattici
Dal Punto informazioni parte un piacevole Sentiero didattico che porta direttamente alla parte centrale della Riserva, il cristallino specchio d'acqua, frutto delle famose sorgenti. Otrepassata l'Area didattica del Pioppo bianco, suggestivo spazio all'aperto dedicato all'educazione ambientale, sulla destra si apre la visuale sullo specchio d'acqua, mentre proseguendo s'imbocca il Sentiero natura a circuito (Sentiero Canapine - Sentiero Colle Pescara), passando per il Punto d'osservazione delle Polle subacquee e il Piccolo belvedere delle Sorgenti. Il sentiero natura permette una vista accurata di tutti gli habitat della Riserva (durata di circa un'ora), portando il visitatore al Capanno d'osservazione "La Folaga" (tipico uccello degli ambienti umidi e simbolo della Riserva) e poi sulla cima di Colle Capo Pescara, dove dal Punto panoramico "La Poiana" si ammira un bel paesaggio: a valle lo specchio d'acqua, a sinistra le Gole di Tremonti dove s'incontrano il Parco Nazionale del Gran Sasso ed il Parco Nazionale della Majella, a destra la Valle Peligna e le prime cime del Parco Nazionale d'Abruzzo. Per approfondire gli aspetti faunistici e vegetazionali si consiglia di prendere al Punto informazioni la Guida naturalistica, mentre altri studi scientifici sui diversi aspetti della Riserva sono consultabili presso l'Ufficio della Riserva ospitato nel Municipio di Popoli.