Guida interattiva alle piante spontanee
della Selva di Gallignano (Ancona)
Orto Botanico Selva di Gallignano-Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali- Università Politecnica delle Marche

Pier Luigi Nimis, Edoardo Biondi, Fabio Taffetani, Simona Casavecchia, Silvia Zitti,
Andrea Moro, Stefano Martellos
Foto di Andrea Moro

La Selva di Gallignano, compresa nell’Orto Botanico dell’Università Politecnica delle Marche, si estende per circa otto ettari sul versante settentrionale di un colle, a breve distanza dalla piccola frazione medievale di Gallignano, nel Comune di Ancona. La Selva è uno dei pochi lembi relitti di vegetazione forestale autoctona ancora presenti nella parte collinare subcostiera delle Marche, insieme alla vicina Selva di Castelfidardo e alla Selva dell'Abbadia di Fiastra, presso il Fiume Chienti. Per questo presenta un indiscutibile interesse ambientale. Il bosco è considerato area floristica protetta ai sensi della L.R.52/74 ed è riconosciuto come emergenza botanico-vegetazionale di eccezionale interesse dal Piano Paesistico Ambientale Regionale. Inoltre, dal 1998 è oasi faunistico-venatoria della Provincia su segnalazione del comune di Ancona. Infine, dal 1999 la Selva di Gallignano, su richiesta dell'Università Politecnica delle Marche, è anche Centro di Esperienza della Rete INFEA della Regione Marche.
L'Orto Botanico si configura come centro di ricerca e di didattica ambientale per lo studio e la conservazione della biodiversità, floristica e fitocenotica, e per la divulgazione delle problematiche ambientali. La Selva di Gallignano è costituita dalle seguenti tipologie forestali:
1) la cerreta termofila submediterranea (Lonicero xylostei–Quercetum cerridis), anche con una variante ad Erica arborea;
2) il bosco sub mediterraneo a carpino nero (Asparago acutifolii-Ostryetum carpinifoliae);
3) il bosco meso-igrofilo dominato dal frassino meridionale, molto raro in tutto il versante adriatico italiano (Rubio peregrinae-Fraxinetum oxycarpae);
4) il querceto termofilo a quercia di Virgilio (Roso sempervirentis-Quercetum virgilianae);
5) il microbosco a nocciolo (Roso sempervirentis-Coryletum avellanae).
La flora della Selva e degli ambienti seminaturali limitrofi include 335 taxa infragenerici.
Questa guida integra quella già pubblicata per le sole specie legnose e comprende tutte le entità spontanee - arboree, arbustive ed erbacee- che si rinvengono nel bosco e negli ambienti limitrofi, come margini del bosco e mantelli. Sono state incluse anche le specie presenti nella siepe che costeggia un piccolo corso d’acqua che lambisce la selva e percorre longitudinalmente il confine dell’area dell’Orto Botanico. La chiave non include le specie coltivate nelle aiuole e negli ecosistemi ricreati artificialmente; ognuna di queste è infatti corredata di un cartellino descrittivo.
La guida, creata in collaborazione con il Progetto Dryades dell’Università di Trieste, verrà utilizzata per introdurre i visitatori dell’Orto Botanico alla scoperta delle principali piante spontanee presenti nella Selva e in tutte le altre aree naturali dell’Orto Botanico, come siepi, prati, arbusteti e aree marginali.

Bibliografia essenziale
Biondi E., Pinzi M., Bianchelli M. – La flora della Selva di Gallignano – Primo volume de ‘I Quaderni della Selva’. 2003
Biondi E. – La Selva di Gallignano, un percorso ricco di emozioni. 2003
Biondi E., Allegrezza M. – L’ambiente della Selva di Gallignano – Secondo volume de ‘I Quaderni della Selva’. 2004
Biondi E., Morbidoni M. – Biodiversità delle Marche – Terzo volume de ‘I Quaderni della Selva’. 2011
Biondi E., Galiè M., Bianchelli M., Morbidoni M. – Le collezioni in vivo dell’Orto Botanico Selva di Gallignano come strumento di divulgazione della cultura scientifica, con particolare attenzione alla didattica per scuole di ogni ordine e grado e per la cittadinanza. Incontro annuale Gruppo Orti Botanici e Giardini storici - S.B.I. 16 Aprile 2011, Reggia di Colorno, Colorno (Parma).
Teobaldelli A. – Le farfalle dell’Orto botanico Selva di Gallignano. Quinto volume de ‘I Quaderni della Selva’. 2014



Avete trovato errori o problemi? Mandateci i vostri commenti.
Feedback