Cento piante da scoprire
al Parco Pegaso di Jesolo Lido (VE)

Pier Luigi Nimis
-
Foto di Andrea Moro

Il Parco Pegaso (87.625 mq), che sorge su un’area incolta destinata da PRG a verde pubblico, è un parco tematico che, nel suo nome, si ispira al cavallo alato in virtù delle origini romane del nome di Jesolo, che deriverebbe dalla parola Equilio (città dei cavalli). Il filo conduttore del parco è quindi Pegaso con la sua storia, che si legge e si vive negli interventi realizzati: dalle fioriture dei 110.000 bulbi di muscari sui Cavalloni di Poseidone alle piccole mele colorate nel Giardino di Atena, alla fioritura di 40.000 bulbi di crochi sulle colline del Giardino di Pegaso, alle piante fitodepuranti e ninfee del lago Specchio di Andromeda, all’area sportiva Giardino di Zeus (pallacanestro, calcetto e bocce) tra gli oltre 6.000 narcisi. Il parco ospita anche molte specie di piante legnose. Questa guida alle specie più frequenti e rappresentative è stata è stata realizzata in collaborazione tra il Comune di Jesolo, VeGal, e il Progetto SiiT, coordinato dal Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste, nell’ambito dell’iniziativa ‘Verde Pubblico’, che mira a valorizzare le aree verdi comunali creando strumenti interattivi di facile consultazione per avvicinare i cittadini alla conoscenza della ‘foresta urbana’ e soprattutto per fornire alle scuole uno strumento che permetta loro di utilizzare le aree verdi comunali come veri e propri ‘laboratori all’aperto’ in cui svolgere attività didattiche centrate sull’identificazione delle piante.
Il progetto SiiT (Strumenti interattivi per l’identificazione della biodiversità: un progetto educativo in un’area transfrontaliera) è finanziato nell’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.



Avete trovato errori o problemi? Mandateci i vostri commenti.
Feedback