Anche gli alberi hanno un nome:
una guida per la scuola primaria di Fiumicello (UD)

Pier Luigi Nimis, Giuseppina Ferrera, Alessandra Imperio, Rosella Lepre, Nicola Fanni
-
Foto di Andrea Moro

Il giardino pubblico sito tra la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di I grado del Comune di Fiumicello nasce nei primi anni ‘70, subito dopo la costruzione dell’area scolastica. Ubicato nel centro del paese, in località San Valentino, dista qualche centinaio di metri dal piazzale dei Tigli, cuore della cittadina. Il parco di alberi svolge da circa quarant’anni un importante ruolo per la formazione dei ragazzi delle scuole, sia per lo studio e l’identificazione delle diverse specie arboree, sia per un approccio di tipo ecologista. Infatti, l’obiettivo di insegnare alle nuove generazioni il rispetto e la tutela dell’ambiente è stato da sempre perseguito nelle scuole del paese.
Questa guida è stata prodotta in colaborazione con il Progetto SiiT (Strumenti interattivi per l’identificazione della biodiversità: un progetto educativo in un’area transfrontaliera), che mette a disposizione di scuole, appassionati e cittadini delle guide interattive personalizzate. La guida nasce su richiesta di alcune insegnanti della Scuola Primaria, come strumento didattico propedeutico alla scoperta e comprensione della biodiversità presente sul territorio. Il percorso didattico che è stato pensato è di carattere interdisciplinare e trae spunto dal libro di testo degli alunni (v. Bibliografia), che ha come sfondo integratore le esperienze di un nonno, dei suoi nipotini e di diversi animaletti nel suo giardino, durante le varie stagioni. Infatti, il bisogno di conoscenza della specificità del proprio giardino emerge da una riflessione parallela tra la storia che i bambini leggeranno sul libro e le attività ed esperienze, di diverso tipo, che potranno fare nel loro ambiente scolastico nel corso dei cinque anni della scuola primaria.
Partendo dall’osservazione della forma, della posizione e della composizione delle foglie, gli alunni saranno guidati nell’utilizzo della guida per imparare a riconoscere e nominare le piante del giardino scolastico. Attività di manipolazione e di tipo artistico contribuiranno a rinforzare le capacità di osservazione e riconoscimento. I lavori prodotti potranno essere utilizzati per la creazione di una guida personalizzata dai bambini utilizzando l’Open Key Editor di SiiT. Momenti di gioco, come una “caccia” al riconoscimento delle diverse specie, completeranno il percorso didattico.
La metodologia che si intende adottare è quella dell’apprendimento attraverso l’esperienza, l’interazione, la scoperta e il gioco, quali facilitatori nella costruzione di nuove conoscenze, durevoli nel tempo. Il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente scaturiscono come conseguenza alla conoscenza.
Il progetto SiiT è finanziato nell’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e dai fondi nazionali.

Bibliografia

Tiziana Caprini, Laura Cordini, Carla Marenzi - Nel giardino - Corso per il triennio. - Giunti Editore



Avete trovato errori o problemi? Mandateci i vostri commenti.
Feedback