Guida alle piante legnose delle aree verdi circostanti
l’Istituto Salesiano G. Bearzi di Udine

Pier Luigi Nimis, Licia Biasi
-
Foto di Andrea Moro

L’Istituto Salesiano ‘G. Bearzi’ di Udine ha una lunga storia nel campo dell’educazione e della formazione professionale dei giovani. Attualmente comprende il Centro di Formazione Professionale, la Scuola Primaria, la Scuola Secondaria di Primo Grado e l’Istituto Tecnico Industriale Meccatronico e Informatico.
La botanica viene proposta agli alunni ormai da parecchi anni, sia come materia curricolare, sia con l’offerta di corsi extracurricolari di approfondimento, approfittando delle aree verdi comprese nell’Istituto. Tra queste la più interessante è senz’altro un parco, piccolo ma ospitante alcune essenze arboree di un certo valore e di dimensioni ragguardevoli, che rappresenta una piccola oasi di tranquillità per gli ospiti dell’istituto e contemporaneamente permette agli alunni di fare esperienza di conoscenza delle piante. Altri spazi verdi si trovano nel giardino della scuola primaria, nell’area adiacente ai nuovi impianti sportivi, che purtroppo hanno causato la rimozione di alcuni alberi di un certo valore, e nel giardino antistante l’ingresso al Centro di Formazione Professionale, dove si trovano essenze di più recente impianto. La chiave di riconoscimento degli alberi e arbusti dell’Istituto rappresenterà uno strumento prezioso per l’approfondimento della botanica. Nella Scuola Primaria permetterà un approccio di tipo giocoso alla conoscenza delle piante, con l’organizzazione di piccole competizioni di ‘caccia alla pianta’. Nella scuola secondaria di primo grado si pensa di usarla sia durante la parte curricolare, per permettere agli alunni di mettere in pratica le conoscenze apprese sul libro di testo, sia durante il corso di botanica, che potrà così svolgersi in modo più coinvolgente e meno noioso. Per quel che riguarda l’Istituto Tecnico Industriale Meccatronico e Informatico, in cui la botanica si studia nel secondo anno del primo biennio, la chiave sarà anche un esempio di tecnologia informatica applicata a un campo che probabilmente gli studenti non avrebbero immaginato e potrebbe così servire ad essi come spunto per una eventuale professione futura. La guida è stata realizzata nell’ambito del Progetto SiiT, coordinato dal Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste, che mira a valorizzare le aree verdi comunali ed i n giardini scolastici creando strumenti interattivi di facile consultazione per avvicinare i cittadini alla conoscenza della ‘foresta urbana’ e soprattutto per fornire alle scuole uno strumento che permetta loro di utilizzare le aree verdi come veri e propri ‘laboratori all’aperto’ in cui svolgere attività didattiche centrate sull’identificazione delle piante.
Il progetto SiiT (Strumenti interattivi per l’identificazione della biodiversità: un progetto educativo in un’area transfrontaliera) è finanziato nell’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.



Avete trovato errori o problemi? Mandateci i vostri commenti.
Feedback