Incontro con gli alberi
sull’Altopiano di Caregno – Val Trompia (BS)

Pier Luigi Nimis, Laura Pedretti
Stefano Martellos
Foto di Andrea Moro

L’Altopiano di Caregno si sviluppa per circa 120 ettari in un territorio della Val Trompia compreso fra i comuni di Gardone e Marcheno, toccando Tavernole, a circa 1.000 m. A valle è delimitato da una scarpata di rocce calcareo-dolomitiche, a monte da rilievi che rientrano nell’ ”Area di particolare rilevanza ambientale del Monte Guglielmo”, istituita con la Legge Regionale 86/83. Ospita numerose doline, microforme di corrosione carsica e piccole grotte, tradizionalmente chiamate “cà ìe”.
Qui inizia il paesaggio montano del faggio e dell’abete, con pascoli estivi, prati magri e boschi misti di latifoglie e conifere, creati e mantenuti per secoli dall’uomo. I prati su cui sorgono le cascine, un tempo abitate dai contadini, e le case di villeggiatura, sono delimitati da siepi che diventano una preziosa area di nidificazione o rifugio ristoratore per tanti uccelli. Oggi l’Altopiano è punto di partenza per escursioni, sia didattiche che turistiche, tra cui quella che porta in vetta al M. Guglielmo.
Questa guida, creata per noi dal Progetto Europeo KeyToNature (Università di Trieste), include gli alberi e arbusti che si incontrano ai Piani di Caregno e lungo la passeggiata didattica che dalla località Stallino porta fino a Pesei. La guida è un’innovativa integrazione ai percorsi educativi svolti presso l’Azienda agricola Pesei e la Casa Vacanze Stallino (ex-cascina ristrutturata di proprietà comunale). I nostri percorsi offrono a bambini e ragazzi momenti di riflessione sulla bellezza e biodiversità dell’ambiente che ci circonda, per sviluppare un atteggiamento di scoperta e conoscenza della natura e del territorio e per contribuire a costruire un rapporto autentico di armonia e rispetto tra uomo e ambiente.
La lista delle specie deriva dalle osservazioni condotte durante le uscite didattiche. Questa guida, per l’immediatezza che la caratterizza, verrà messa a disposizione non solo delle scolaresche e dei gruppi dei centri ricreativi estivi, ma anche dei singoli visitatori, per approfondire le conoscenze dell’ambiente che li ospita scoprendo i Nomi delle Cose.


Versione per palmare stand-alone / Stand-alone PocketPC version

Sviluppata per palmari con sistema operativo Windows.
Scaricare il file compresso, decomprimerlo in una nuova cartella ed iniziare aprendo il file "home.html".

DOWNLOAD Tested on Microsoft Windows OS
Download, decompress in a new folder and start by opening the "home.html" file


Avete trovato errori o problemi? Mandateci i vostri commenti.
Feedback