Alla scoperta delle piante lungo il Sentiero del Ciaraso
– Acquapendente (VT)
Museo del Fiore, Acquapendente (VT)

Pier Luigi Nimis, Stefano Martellos
Antonella Lisi, Gianluca Forti
Foto di Andrea Moro

Il Museo del Fiore (www.museodelfiore.it), oggi polo del Sistema Museale Regionale Naturalistico (RE.SI.NA.) e di quello territoriale del lago di Bolsena (SI.MU.LA.BO.), offre la possibilità di percorrere e scoprire scorci della sua cittadina e soprattutto un tratto di campagna subito fuori l’abitato, invitando alla curiosità e alla scoperta della biodiversità vegetale.

Acquapendente, città dei Pugnaloni, è situata nell’estremo nord della provincia di Viterbo e del Lazio, incastonata tra la Toscana e l’Umbria, in uno dei contesti paesaggistici più suggestivi dell’Italia centrale. Posta sul margine di un ripiano tufaceo e tra sorgenti un tempo preziose che le danno il nome, da sempre è stata crocevia di percorsi, traffici e vie di pellegrinaggio; la sua è la storia di vivace centro artigiano e commerciale in un contesto agricolo e ambientale di notevole pregio con il quale la popolazione ha un profondo legame in un rito che ancora oggi inneggia alla forza della natura e alla sua pulsione primaverile e che si esprime ogni anno nei mosaici di petali e foglie dell’omonima festa dei Pugnaloni. Questa storia e tradizione contadina si coglie già uscendo dal paese, avvicinandosi a poderi o passando tra lembi di bosco e testimonianze delle antiche “rasole”, osservando il mosaico del paesaggio culturale conservato che rappresenta oggi il “Sentiero del Ciaraso”, dal nome locale dei ciliegi che rappresentano la pianta del miracolo che da origine alla festa dei Pugnaloni.

L’area prescelta per il campo d’azione di questa guida corrisponde a tutto il tratto del Sentiero del Ciaraso, percorso circolare, percorribile dal pannello di inizio sentiero posto nei pressi dell’ingresso dello Stadio comunale (su via Valtieri). Il percorso è stato pensato di circa 5 chilometri, in modo da poter essere fruibile dalle scuole medie e superiori e per offrire una chiave di lettura diversa a chi lo usa frequentemente per passeggiare.

Questa guida alle più comuni piante presenti nel tracciato è stata realizzata in collaborazione con il Progetto Europeo CSMON-LIFE (LIFE13 ENV/IT/82). Trattandandosi di una guida centrata sul fiore, per determinare al meglio alcune piante può essere preferibile osservarle fiorite. Sono state prese in esame solo le piante più abbondanti e appariscenti e senza la pretesa di essere esaustivi. La offriamo a tutti i visitatori della nostra cittadina e alle scolaresche (medie e superiori) come supporto per riconoscere il mondo delle piante e dei fiori e la sua notevole diversità e per scoprire i protagonisti delle tessere del paesaggio.



Avete trovato errori o problemi? Mandateci i vostri commenti.
Feedback