Altre lingue
Guida alla flora
delle Alpi Carniche meridionali (Ampezzo-Sauris)

Pier Luigi Nimis, Andrea Moro, Stefano Martellos
-
Foto di Andrea Moro

Abstract - This is the latest version of an interactive guide to the flora of the Lumiei-Valley and adjacent areas in the Southern Carnic Alps (Prov. of Udine, NE Italy), including 1244 infrageneric taxa, developed using software FRIDA, created by S. Martellos and patented by the University of Trieste. In 2013, the guide was thoroughly revised and enriched with notes to all species by P.L. Nimis. The guide is available in different versions (online with 2 query interfaces, for CD-Rom, for PDAs, for smartphones, and a printable version).

Questa è una guida interattiva annotata alla flora della porzione meridionale delle Alpi Carniche compresa tra Ampezzo Carnico e il M. Tiarfin. La guida include 1244 taxa infragenerici ed è disponibile in diverse versioni (in rete, per CD-Rom, per palmari, per telefonini).
L’area di studio, centrata sulla Conca di Sauris (UD), include l’intera valle del Lumiei e si estende dal fondovalle del Tagliamento nei dintorni di Ampezzo Carnico (UD) al M. Tiarfin in provincia di Belluno. La Conca di Sauris, il cui fondo è oggi occupato dall’omonimo lago artificiale, è chiusa verso nord ed est da monti che superano i 2000 m (M. Pieltinis, M. Tarondon, M. Novarza, M. Col Gentile), costituiti da potenti strati di arenarie del Werfen. Verso sud-ovest è limitata da più alti rilievi superanti 2400 m (M. Bivera, M. Clapsavon, M. Tiarfin), costituiti da calcari e dolomie dell’Anisico e del Ladinico. Sedimenti recenti occupano i fondivalle presso Ampezzo. Un’esauriente descrizione del territorio si trova in AA.VV. (1983), cui si rimanda per ulteriori dettagli.
Le prime segnalazioni floristiche risalgono ai Gortani (Gortani 1906, II vol.). Pignatti & Pignatti (1968) fornirono un primo cenno sulla flora e vegetazione. La prima florula completa (Pignatti & Poldini, 1969), comprendeva 664 taxa infragenerici, presto saliti a 997 nel primo atlante corologico di Poldini (1991) e a più di 1000 nel secondo (Poldini 2002).
Ogni anno questa guida viene saggiata dai corsi di Botanica presso il Centro Studi di Botanica Alpina del Passo Pura (Ampezzo). La prima versione fu pubblicata da Nimis & Martellos (2005). Questa è la settima versione, messa in rete nel mese di agosto 2013, profondamente riveduta e arrichita da note a tutte le specie redatte da P.L. Nimis e pubblicata anche in forma di libro da Nimis et al. (2013).
La suddivisione in Famiglie segue il sistema dell’Angiosperm Phylogeny Group III (2009). La versione in rete di questa guida è stata preparata nell’ambito del Progetto SiiT (Strumenti interattivi per l’identificazione della biodiversità: un progetto educativo in un’area transfrontaliera), finanziato nell’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.

Bibliografia AA.VV. (1983). Ambiente e Cultura di una montagna carnica. Il Tinisa. Ed. Lint, Trieste, 195 pp.
APG (2009). An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III. Bot. J. Linn. Soc. 161(2): 105-121.
GORTANI L., GORTANI M. (1905-1906). Flora Friulana con speciale riguardo alla Carnia. Udine.
NIMIS P.L., MARTELLOS S. (2005). Guide alla Flora I - Le Guide di Dryades, 2. Ed. Goliardiche, Trieste, 380 pp.
NIMIS P.L., MORO A., MARTELLOS S. (2013). Guida alla flora delle Alpi Carniche meridionali (Ampezzo-Sauris). EUT, Trieste, ISBN 978-88-8303-487-9
PIGNATTI E., PIGNATTI S. (1968). Botanische Wanderungen in den Karnischen Alpen. Sauris, eine deutsche Sprachinsel. Ver z. Sch. d. Alpenpflanzen u.Tiere, 33: 90-99.
PIGNATTI S., POLDINI L. (1969). Florula della Conca di Sauris (Alpi Carniche). Boll. Soc. Adr. Sc. Trieste, 57: 66-93.
POLDINI L. (1991). Atlante corologico delle piante vascolari nel Friuli-Venezia Giulia. Reg. Aut. Friuli V.G., Udine, 900 pp.



Avete trovato errori o problemi? Mandateci i vostri commenti.
Feedback